Stabilimento industriale URSA

La ricostruzione dello stabilimento produttivo di URSA Italia è avvenuta sul sedime della precedente struttura fortemente danneggiata dal sisma 2012.

Il fabbricato ospita al suo interno due linee per la produzione di lastre XPS.

La struttura in elevazione è realizzata con colonne a doppio T in acciaio in parte fondate sulla platea preesistente e collegate da travature reticolari e capriate metalliche. Una struttura secondaria sostiene la parete di tamponamento a secco costituita da una cassetta in alluminio con isolante interposto e anteposto, di produzione Ursa, e lamiera grecata di protezione esterna.

Un muretto in c.c.a. salvaguarda l’involucro dagli urti orizzontali.

Una struttura separata è stata progettata per l’alloggiamento degli impianti RACK, così come una nuova platea per i silos contenenti le materie prime.

L’immobile ha delle performance energetiche elevate. Si è scelto di evitare l’installazione di una pompa di calore al servizio dell’area produttiva, bilanciando l’energia termica utile netta con il cascame termico dei macchinari, per rispondere alla necessità di limitare le potenze elettriche impegnate.

Per raggiungere tale obiettivo si è progettato un involucro altamente efficiente dal punto di vista energetico e quindi si sono scelte stratigrafie per l’involucro opaco verticale ed orizzontale e l’involucro trasparente in modo da raggiungere trasmittanze termiche così basse da garantire il raggiungimento della temperatura ambiente interna (20°C) bilanciando le perdite termiche con il cascame termico dei macchinari.

È indispensabile sottolineare la convenienza economica dell’approccio utilizzato poiché è ben noto in ambito termotecnico che i maggiori costi dell’involucro progettato rispetto a quello previsto dalla normativa in termini di U (W/(mq x K)) sono paragonabili, se non inferiori, a quelli dell’impianto di produzione del calore che è stato evitato grazie al bilanciamento energetico.

Oltre all’involucro sono stati progettati gli impianti al servizio delle linee di produzione ed è stata assicurata al Committente un’assistenza tecnica a 360 gradi, che gli ha consentito di ottenere un contributo complessivo per la ricostruzione (immobile, beni strumentali e delocalizzazione temporanea) pari a €20.400.000,00.

  • Dove

    Bondeno (FE)

  • Cliente

    URSA Italia

  • Dati di progetto

    Inizio lavori: Maggio 2014

    Fine lavori: Febbraio 2015

    Sedime costruito: 5.400 mq

    Volume : 55.900 mc

    Importo lavori € 6.620.000,00 di cui

    Strutture: € 2.750.000,00

    Architettura: € 2.100.000,00

    Impianto idro-sanitario: € 260.000,00

    Impianto di climatizzazione: € 160.000,00

    Impianti elettrici: € 1.350.000,00

Servizi

  • Accessibilità
  • Architettura
  • Progettazione elettrica
  • Progettazione strutturale
  • Progettazione impianti meccanici
  • Progettazione impianti di riscaldamento e raffrescamento
  • Progettazione reti di distribuzione idrica e fognaria
  • Progettazione reti elettriche
  • Progettazione rete dati
  • Progettazione del paesaggio
  • Antincendio
  • Messa in servizio e valutazione performance dell’edificio
  • Ricerca e Sviluppo

Progetti Correlati